Cenni storici
Cenni storici

I Bischeri

"Bischero" in toscana è un appellativo indirizzato a persone ingenue, poco furbe.

Si comportano proprio da gran Bischeri e furono immortalati nel nome del canto "Canto dei Bischeri", fra Via dell’Oriuolo e Piazza del Duomo.
Lì, dove ora c’è l’abside della cattedrale, questa famiglia di ricchi mercanti possedeva terreni e case.

Ricchi possidenti e mercanti i Bischeri furono una famiglia fiorentina importante (4 gonfalonieri e 15 priori tra il 1309 e il 1431).

Forono molto importanti nella Firenze medievale, infulenti sia economicamente che politicamente.

I guai per i Bischeri nacquero con la costruzione e allargamento della fabbrica di Santa Maria del Fiore per la costruzione della Cattedrale.
I Bischeri possedevano diverse case nell'area dove la Repubblica Fiorentina aveva progettato la costruzione del Duomo.
La resistenza era caparbia: nonostante la congura somma di denaro offerta la famiglia rifiutò tentando di specularci sopra e tirando le trattative per le lunghe cercando di tirare sul prezzo.
Alla fine però il governo, perdendo la pazienza, decise di espropriare le proprietà dei Bischeri risarcendoli con pochi fiorini d'indennizzo.
era stato iniziato il progetto della cattedrale) ma alla fine essi tirarono troppo la corda, facendo perdere la pazienza al governo fiorentino che espropriò le proprietà e risarcì i Bischeri con ben pochi fiorini d'indennizzo.

C'è chi racconta che una notte le case dei Bischeri bruciarono misteriosamente e i Bischeri rimasero con un cumulo di cenere tra le mani…
Quasi sicuramente questa versione è un po' fantasiosa, ma il concetto è chiaro: chi troppo vuole nulla stringe!

Ai Bischeri non restò che andarsene da Firenze con la coda tra le gambe, salvo poi tornare – si dice – con un nuovo nome, vista la poco gradita celebrità di cui godevano.

Altre storie si aggiungono sui Bischeri.
Si dice che la famiglia fosse già nota per aver fatto prestiti a mezzo mondo, specialmente sovrani stranieri, senza ottenere la restituzione del denaro.

Forse non sapremo mai tutta la verità, ma poco importa, il filo conduttore è sempre lo stesso: speculatori o ingenui, quei mercanti furono Bischeri e basta.


(un grande ringraziamento a Alessandro Raugei per la paziente ricerca)

tag

location

    Torna all'elenco

    Territorio

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it