Pentathlon moderno
Pentathlon moderno

3000 metri siepi

I 3000 metri siepi (anche detti semplicemente 3000 siepi) sono una specialità sia maschile sia femminile dell'atletica leggera.
Fa parte del programma olimpico.

Gli atleti devono percorrere 3000 m in pista.
Rispetto ai 3000 metri piani c'è in aggiunta la difficoltà di dover saltare 35 ostacoli alti 91 centimetri (76 per le donne), di cui 28 normali e 7 con l'acqua: 5 per ognuno dei 7,5 giri da 400 m da effettuare. Dei 5 ostacoli del giro, quattro sono barriere mobili (fermate con pesanti supporti di ferro) posizionate sulla pista, mentre il penultimo ostacolo consiste similmente in una barriera ma seguita da una vasca piena d'acqua (detta riviera, che misura 3,66 x 3,66 metri con profondità variabile visto il pavimento inclinato), scavata all'interno della pista, da cui gli atleti devono uscire.


Curiosità
Pare che la specialità dei 3000 metri siepi sia nata nel 1850 da un'idea di alcuni studenti di un college di Oxford, i quali pensarono ad una competizione podistica nella quale i corridori avrebbero dovuto superare barriere e pozze d'acqua.
L'idea ebbe un successo enorme tanto che la disciplina venne inserita nei Giochi olimpici di Parigi del 1900 (inizialmente con una distanza da percorrere era 2 500, venti anni dopo modificata in 3000 metri).
 

tag

Torna all'elenco

Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it