Arte

Palazzo Vecchio

Palazzo Vecchio è la sede del comune della città di Firenze e si trova in Piazza della Signoria.
Il palazzo (uno dei più famosi al mondo) venne costruito, ad opera di Arnolfo di Cambio (architetto della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, Duomo, e della Basilica di Santa Croce), nel punto in cui, nell'antica città romana di Florentia, si trovava l'antico teatro romano, la cui platea semicircolare era rivolta verso Piazza della Signoria e la scena verso Via dei Leoni (di cui sono venuti alla luce alcuni resti durante gli scavi, iniziati nel 2000 ed ancora in corso) e sulle rovine del Palazzo dei Fanti e del Palazzo dell'Esecutore di Giustizia.

Nel 1299 iniziò la costruzione di un palazzo importante per la magistratura dell'epoca e in modo da assicurare ai magistrati un'efficace protezione in quei tempi turbolenti.
Il nuovo palazzo venne chiamato Palazzo dei Priori (o "Palagio Novo") e incorporò l'antica torre della Vacca utilizzandola come parte bassa della torre nella facciata (ecco perché la torre rettangolare non è nel centro dell'edificio).
Dopo la morte di Arnolfo di Cambio il lavoro fu portato a termine da altri architetti.

Dal 1302 il Palazzo dei Priori divenne la sede della Signoria (Consiglio cittadino con a capo i Priori) e del gonfaloniere di giustizia (una specie di sindaco dell'epoca).
Negli anni vennero apportate diverse modifiche e importanti cambiamenti (ad esempio nel 1440 circa Cosimo de' Medici fece introdurre decorazioni in stile rinascimentale).
Nel 1494, durante la repubblica di Savonarola,  fu costruito il Salone dei Cinquecento.
Nel 1540 Cosimo I de' Medici vi abitò per una decina di anni. In quel periodo chiese al Vasari di allargare ulteriormente il palazzo per assecondare le necessità della corte ducale (il palazzo raddoppiò di volume).
Nel XVI secolo Battista del Tasso e Bernardo Buontalenti sistemarono la parte posteriore (inalterata fino ad oggi).

Quando Cosimo I de' Medici decise di cambiare dimora, trasferendosi a Palazzo Pitti, decise di far cambiare nome al palazzo (che da allora venne nominato Palazzo Vecchio) e chiese al Vasari di costruire un percorso che collegasse Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti, attraversando l'Arno sul Ponte Vecchio, per poter passare da un palazzo all'altro senza essere visto (parliamo del Corridoio Vasariano).
L'amministrazione governativa e le magistrature furono spostate negli adiacenti Uffizi.

Quasi tutto Palazzo Vecchio è attualmente adibito a museo (ospita importantissime opere di Michelangelo , Donatello, Vasari, Ghirlandaio, Verrocchio e altri).
E' comunque ancora il simbolo del governo di Firenze ed è sede del Comune di Firenze e del consiglio comunale e ospita naturalmente il Sindaco di Firenze.

 

 

 

tag

location

    Torna all'elenco

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it