Itinerari naturalistici
Itinerari naturalistici
  • Capalbio
    Lago di Burano 2.
    Lago di Burano
  • Lago di Burano 1
    Lago di Burano 3
    Manciano

Capalbio e Manciano

Capalbio è il comune più a sud della Toscana.
Appoggiato su una collinetta, con una fitta boscaglia che lo circonda, Capalbio domina il Lago di Burano e la sua oasi faunistica.

E' proprio dal Lago di Burano che iniziamo la nostra visita.
E' una laguna salmastra situata sulla costa all'estremità meridionale della Maremma grossetana. Si estende per circa 236 ettari ed ha una profondità media di un metro. E' "protetto" dal Mar Tirreno da una stretta fascia di dune, indubbiamente uno dei tratti costieri naturalisticamente meglio conservati della Toscana. Nel 1980 il Lago di Burano è stato dichiarato Oasi WWF, riserva naturale dello stato e classificata come zona umida di importanza internazionale.

Procediamo dunque verso il paese.
Capalbio è soprannominato la Piccola Atene vista l'importanza storico-artistica assunta da questo paese in epoca rinascimentale.
Andiamo a visitare la Chiesa di San Nicola, di epoca medievale (con i suoi affreschi di epoca rinascimentale, recentemente restaurati), l'Oratorio della Provvidenza, che si trova al fuori delle antiche mura (con i suoi affreschi cinquecenteschi) e il Palazzo Collacchioni, in puro stile rinascimentale, nel cuore del centro storico. Osserviamo inoltre i ruderi del Castello di Capalbiaccio, di epoca medievale.

Per le caratteristiche del paesaggio e del territorio, nonché per la tutela delle sue spiagge, il comune di Capalbio è stato premiato con la prima posizione nella Guida Blu di Legambiente-Touring Club Italiano 2007, ricevendo inoltre il premio 5 vele.

Lasciando Capalbio troviamo a meno di 30km il comune di Manciano, che dalla sua collina domina da un lato il fiume Albegna e la sua valle e dall'altro l'Area del Tufo. Il centrto storico di Manciano è delimitato quasi interamente da possenti mura, costruite dagli Aldobrandeschi verso la fine del Duecento. che, con le numerose torri di avvistamento rendevano Manciano uno dei borghi più fortificati dell'epoca medievale. Al loro interno troviamo la Rocca Aldobrandesca, costruita in una posizione dominanteche consente ampia visibilità sui territori (la vista arriva fino al Mar Tirreno e chiaramente sul Monte Amiata). Visitiamo il Museo di preistoria e protostoria della Valle del Fiora che ospita numerosi reperti preistorici (periodo eneolitico e Età del Bronzo) di cui la zona è piena.
Vediamo dunque la Chiesa di San Leonardo, di epoca medievale, inizialmente in stile romanico-gotico e successivamente in più epoche ristrutturata assumendo l'aspetto attuale (tutti gli interventi effettuati ne hanno completamente modificato l'aspetto originario). Al suo interno troviamo una fonte battesimale del Trecento, un'acquasantiera e varie opere d'arte di epoca moderna, tra le quali non possiamo non citare il dipinto ottocentesco raffigurante San Leonardo (realizzato nel 1894 dal pittore mancianese Paride Pascucci).
Visitiamo a questo punto l'Oratorio della Santissima Annunziata costruito vero la fine del Cinquecento al di fuori delle mura che delimitavano il centro storico di Manciano (e ristrutturato in varie epoche fino all'aspetto attuale). All'interno troviamo un pregevole dipinto di Pietro Aldi (l'Annunciazione, 1875).

Buon divertimento.

tag

location

    Galleria Fotografica

    • Capalbio
    • Lago di Burano 2.
    • Lago di Burano
    • Lago di Burano 1
    • Lago di Burano 3
    • Manciano

    Torna all'elenco

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it