Attualita
Attualita

Cacciatore uccide un cane: "Pensavo fosse un cinghiale"

3/11/2013

Ad Ampio, nel comune di Castiglione della Pescaia (Grosseto), intorno alle ore 15.00 di sabato scorso un pastore tedesco di sei anni è stato colpito da una fucilata che gli ha strappato la mandibola ed è morto.

L'episodio è stato reso noto oggi dalla Lav.

Il cane in realtà si trovava in un terreno privato recintato dove stava passeggiando insieme al padrone.
Erano a pochi passi da casa, quando si sono imbattuti in una squadra di caccia. "Ho visto uno dei cacciatori puntare il fucile oltre la recinzione e fare fuoco su Argo che era a qualche metro da me", racconta il proprietario del cane alla Lav "dopodiché si è giustificato dicendo di averlo scambiato con un cinghiale".

Il cane dopo il colpo, con la mandibola divelta dal proiettile, è fuggito in un oliveto dove è stato poi recuperato e portato d'urgenza in una clinica veterinaria.
Prima però il proprietario di Argo ha chiamato i carabinieri e poi la Lav. Nessuno dei cacciatori che hanno assistito alla scena lo ha aiutato a soccorrere il cane, ha riferito: anzi all'arrivo dei militari la squadra si era già allontanata.

Le condizioni dell'animale erano gravissime e i veterinari hanno avuto la sola scelta dell'eutanasia. "Non posso credere che si sia trattato di un errore" spiega il proprietario "perché Argo era di fronte a me, il terreno in quel punto è libero e chi ha sparato non distava piu' di una quindicina di metri dal cane".

tag

location

    Torna all'elenco

    Leggi anche
    Rubriche

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it