Letteratura
  • Pinocchio
    Pinocchio
    Pinocchio
  • Pinocchio
    Pinocchio
    Statua di Pinocchio a Collodi

Carlo Collodi

Carlo Collodi (vero nome Carlo Lorenzini)
Nasce a Firenze il 24 novembre 1826
Muore a Firenze il 26 ottobre 1890

Scrittore e giornalista, è ricordato principalmente per essere l'autore del romanzo Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino, conosciuto come Pinocchio, romanzo che consacrò e rese famoso Carlo Collodi in tutto il mondo. Pinocchio appartiene ai classici della letteratura dell’infanzia. E’ anche uno dei libri più venduti: nel mondo ne sono stati pubblicati milioni di esemplari e solo in Italia sono state pubblicate oltre 185 edizioni illustrate. Il romanzo di Pinocchio è stato tradotto in 260 tra lingue e dialetti, comprese due versioni in latino.

Lo pseudonimo Collodi viene utilizzato per la prima volta in un articolo da lui scritto nel 1856.
In questo anno vedono la luce le sue prime opere più importanti: Gli amici di casa, Un romanzo in vapore, Da Firenze a Livorno, Guida storico-umoristica.

Nel 1875 si dedica alla traduzione delle fiabe francesi più famose, su incarico dell'editore Felice Paggi. Collodi tradusse Charles Perrault, Jeanne-Marie Leprince de Beaumont e Marie-Catherine d'Aulnoy.
L'anno successivo esce I racconti delle fate, l'adattamento dei suddetti testi integrandovi una morale.

Nel 1877 la Libreria Editrice Felice Paggi pubblica Giannettino, il primo di una serie di libri che si concluse nel 1890 (anno della morte di Carlo Collodi). L'anno successivo venne pubblicato Minuzzolo e finalmente, il 07 luglio 1881, sul primo numero del periodico per l'infanzia Giornale per i bambini, esce la prima puntata de Le avventure di Pinocchio con il titolo Storia di un burattino.
Altri racconti sono successivamente pubblicati (raccolti in Storie allegre).

Nel 1883 pubblica Le avventure di Pinocchio raccolte in volume.

Carlo Collodi è sepolto nel Cimitero delle Porte Sante, un cimitero monumentale di Firenze situato all'interno del bastione fortificato della Basilica di San Miniato al Monte.


Il successo dopo la morte
Carlo Collodi non venne mai a conoscenza del successo del suo libro e non sembrò neppure prevederlo. I primi capitoli iniziò a scriverli nel 1881, all'età di cinquantacinque anni (con una vita dedicata al giornalismo o scrittore di libri scolastici).
Non sospettò e non immaginò mai che proprio grande a Pinocchio avrebbe raggiunto la fama mondiale.
La morte, sopraggiunta all'improvviso pochi anni dopo l'uscita del volume Le avventure di Pinocchio, non gli consentì di assistere al crescente e inarrestabile successo del romanzo.
Pare tra l'altro che Pinocchio nacque dalla penna di Carlo Collodi per caso.
A maggior conferma della scarsa consapevolezza del valore del proprio romanzo Carlo Collodi, in una lettera a Guido Biagi, animatore e redattore del Giornale per bambini, che accompagnava le prime cartelle della Storia di un burattino (pubblicata a puntate nell'inserto settimanale del quotidiano) Collodi definisce il proprio lavoro “una bambinata” e dice al collega e amico: “Guido, fanne quello che ti pare; però, se la stampi, pagamela bene, per farmi venire voglia di seguitarla”.


Le opere

- Gli amici di casa
. Dramma in due atti, Firenze, Riva, 1856; Firenze, Romei, 1862
- Un romanzo in vapore. Da Firenze a Livorno. Guida storico-umoristica, Firenze, Mariani, 1856
- I misteri di Firenze. Scene sociali, Firenze, Fioretti, 1857
- Il sig. Albèri ha ragione! (Dialogo apologetico), Firenze, Cellini, 1859
- La manifattura delle porcellane di Doccia. Cenni illustrativi, Firenze, Grazzini, Giannini e C., 1861
- Gli estremi si toccano, in "Il Lampione", 1861
- La coscienza e l'impiego, 1867
- Antonietta Buontalenti, 1867-1871
- L'onore del marito, 1870
- I racconti delle fate. Voltati in italiano, Firenze, Paggi, 1876
- Giannettino. Libro per i ragazzi, Firenze, Paggi, 1877
- Minuzzolo. Secondo libro di lettura (seguito al Giannettino), Firenze, Paggi, 1878
- Macchiette, Milano, Brignola, 1880
- Occhi e nasi. (ricordi dal vero), Firenze, Paggi 1881
- La grammatica di Giannettino per le scuole elementari, Firenze, Paggi 1883
- Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino, Firenze, Paggi 1883; 1886; 1887; 1888; Firenze, Bemporad, 1890
- Il regalo del Capo d'Anno, Torino, Paravia, 1884
- L'abbaco di Giannettino. Per le scuole elementari, Firenze, Paggi, 1884
- Libro di Lezioni per la seconda classe elementare, secondo gli ultimi programmi, Firenze, Paggi, 1885
- Un'antipatia. Poesia e prosa, Roma, Perino, 1885
- La geografia di Giannettino. Adottata nelle scuole comunali di Firenze, Firenze, Paggi, 1886
- Il viaggio per l'Italia di Giannettino, 3 voll., Firenze, Paggi, 1880-1886
- - - I, L'Italia superiore, Firenze, Paggi, 1880
- - - II, L'Italia centrale, Firenze, Paggi, 1883
- - - III, L'Italia meridionale, Firenze, Paggi, 1886
- Storie allegre. Libro per i ragazzi, Firenze, Paggi, 1887
- Libro di Lezioni per la terza classe elementare secondo gli ultimi programmi, Firenze, Paggi, 1889
- La lanterna magica di Giannettino. Libro per i giovanetti, Firenze, Bemporad, 1890

Altre opere di Carlo Lorenzini, pubblicate postume:
- Divagazioni critico-umoristiche, raccolte e ordinate da Giuseppe Rigutini, Firenze, Bemporad, 1892
- Note gaie, raccolte e ordinate da Giuseppe Rigutini, Firenze, Bemporad, 1892
- Bettino Ricasoli, Camillo Cavour, Luigi Carlo Farini, Daniele Manin. Biografie del Risorgimento pubblicate in occasione delle onoranze fiorentine a Carlo Lorenzini, Firenze, Marzocco, 1941
- I ragazzi grandi. Bozzetti e studi dal vero, a cura di Daniela Marcheschi; con una nota di Carlo Alberto Madrignani, Palermo, Sellerio, 1989
- Cronache dall'Ottocento, a cura di Daniela Marcheschi, Pisa, ETS, 1990. [Raccolta di articoli giornalistici, prima mai ristampati, pubblicati da Carlo Collodi (sotto vari pseudonimi) nei giornali umoristici del tempo]
- Opere, Milano, A. Mondadori, 1995


Forse non tutti sanno che:
- nella piazza centrale di Viù, paese di montagna in provincia di Torino, si trova un Pinocchio in legno alto 6,53 metri e pesante circa 40 quintali. Installato nel novembre del 2002, si tratta della statua in legno su pezzo unico più alta d'Italia. Rispetto all'originale di Collodi, porta sulle spalle una cartella in legno a simboleggiare la passata scolastica abitudine dei montanari;
- a Collodi si trova un Pinocchio di 15 metri di altezza, installato nel febbraio del 2009;
- esiste un'interpretazione esoterica, un parallelo tra l'avventura del burattino el'iniziazione massonica che non può e non deve essere ignorata a priori, mentre si può essere d'accordo o meno sull'intenzione dell'autore di riferirvisi.

tag

organizzato da

Parco di Pinocchio - Paese dei Balocchialtre

Via San Gennaro, 3
51017 Collodi Pistoia
0572 429342

www.pinocchio.it

location

    Carlo Collodi - Pinocchio

    • Pinocchio
    • Pinocchio
    • Pinocchio
    • Pinocchio
    • Pinocchio
    • Statua di Pinocchio a Collodi

    Torna all'elenco

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it