Ricette e cucina tipica
Ricette e cucina tipica

Garmùgia Lucchese

La zuppa della primavera di antica tradizione lucchese. Viene fatta con cipolle, piselli, carciofi, asparagi, fave fresche, carne e brodo di manzo, pancetta, olio. Si serve con crostoni di pane casalingo abbrustolito.

Ingredienti per 4 persone

  • 3/4 cipolline novelle
  • 50 gr di pancetta stesa
  • 100 gr polpa di vitello macinata o tritata al coltello
  • 2 carciofi medi
  • 80 gr di piselli freschi sgranati
  • 80 gr di fave (baccelli) fresche sgusciate
  • 60 gr di punte di asparagi
  • 1 lt di brodo vegetale
  • 2 fette di pane casalingo
  • olio di oliva
  • sale e pepe
  • parmigiano (se vi va!)


Preparazione:

Per prima cosa sgranate le fave e i piselli, pulite e tagliate i carciofi a spicchi piccoli (per non farli annerire metteteli in una bacinella con acqua e limone) e scottate gli asparagi per 5 minuti.

Mettete 5 cucchiai di olio in un tegame (possibilmente di coccio) e rosolateci le cipolline tagliate a fettine e la pancetta tritata fine.

Appena le cipolline cominciano ad appassire unite la carne macinata, fatela rosolare leggermente e unite le verdure: carciofi, piselli, fave e asparagi.

Salate, pepate e fate insaporire per alcuni minuti a tegame coperto.

Versate ora il brodo e fate stufare a fuoco molto basso per circa mezz'ora, finché le verdure non saranno ben cotte.

Servite la zuppa ben calda su dadini di pane (toscano) tostato e, se volete, cosparsa con del parmigiano grattugiato.

tag

Torna all'elenco

Rubriche

Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it