Spettacolo
  • Giorgio Panariello Simone
    Giorgio Panariello 1
    Giorgio Panariello 3
  • Giorgio Panariello 5
    Giorgio Panariello 2
    Giorgio Panariello 4
  • Giorgio Panariello e Renato Zero
    Giorgio Panariello Maio il Bagnino
    Giorgio Panariello Naomo Briatore
  • Giorgio Panariello Naomo Briatore spot Wind
    Giorgio Panariello da Fabio Fazio Che tempo che fa
    Giorgio Panariello Naomo Briatore spot Wind 2
  • Giorgio Panariello Pierre Titikaka Orbetello

Giorgio Panariello

Giorgio Panariello
Nasce a Firenze il 30 settembre 1960

Giorgio Panariello è un attore, comico, regista e showman italiano.

Di origini napoletane cresce al Cinquale (frazione del comune di Montignoso, Massa Carrara) e si diploma alla scuola alberghiera di Marina di Massa con il suo compagno di scuola Carlo Conti (presentatore televisivo).
Lavora molto nelle radio della Toscana come imitatore (nasce in questo periodo l'imitazione del cantante Renato Zero).

Con alcuni colleghi cabarettisti forma il gruppo I Lambrettomani (dal nome del motorino Lambretta).
Cavallo di battaglia è l'imitazione/travestimento di Renato Zero.
Dopo frequenti esibizioni nelle discoteche toscane arriva alla trasmissione televisiva Stasera mi butto.
Si avvicina al teatro e inizia a proporre i personaggi (chiaramente toscani) di Simone (lo scolaro attento alle mode, più che allo studio), di Merigo (l'ubriaco) e di Mario il bagnino.

Con Carlo Conti nel 1994 partecipa alla trasmissione Vernice fresca (Teleregione Toscana.).
L'anno successivo, sempre affiancato dall'amico, riscuote un buon successo con Aria fresca (Canale 10, poi Videomusic e infine Telemontecarlo, visti gli ascolti interessanti).
Il duo approda alla Rai nei programmi Su le mani (1996) e Va ora in onda (1997).

Nel 1996 debutta al cinema in un ruolo drammatico (Albergo Roma, di Ugo Chiti).
Prova la strada della regia dirigendo se stesso in Bagnomaria (1999) e Al momento giusto (2000).
Nel 2005 torna sul grande schermo nel film Ti amo in tutte le lingue del mondo di Leonardo Pieraccioni.
Nel 2007 prende parte ai film Notte prima degli esami - Oggi (di Fausto Brizzi) e SMS - Sotto mentite spoglie (di Vincenzo Salemme), con il quale torna a lavorare l'anno successivo in No problem.

Nel 2000 conduce la trasmissione televisiva del sabato sera di Rai Uno Torno sabato, nella quale si propone come show-man in duetti, canori e comici, con personaggi famosi, tra cui l'immancabile Renato Zero.
Nel 2004 va in diretta dal Teatro Verdi di Montecatini con Ma il cielo è sempre più blu.

Nel 1994 scrive e interpreta a teatro lo spettacolo Fratelli d'Italia, affiancato da Leonardo Pieraccioni e Carlo Conti.
Nel 2003 interpreta il suo primo ruolo serio, di monsieur Jordain, nel Borghese gentiluomo di Molière.
Nel 2007 va in scena con lo spettacolo Faccio del mio meglio.
Nel 2010 porta in scena a teatro lo spettacolo Ogni maledetta domenica in cui Giorgio Panariello presenta una serie di nuovi personaggi (affiancati ai classici del proprio repertorio).
Nel 2011 con lo spettacolo Panariello non esiste parte in un tour teatrale in Italia.

Nel 2006 dirige e presenta il Festival di Sanremo (Ilary Blasi e Victoria Cabello).

Nel 2012 il suo show Panariello non esiste va in onda in prima serata su Canale 5 per quattro serate con ottimi ascolti (nelle puntate sono invitati numerosi artisti di alto calibro, quali Claudio Baglioni, Raffaella Carrà e l'immancabile Renato Zero).

Nello stesso anno viene premiato con tre Oscar della televisione e un Telegatto come "personaggio televisivo dell'anno" e riceve il Premio "Coriandolo d'Oro" da parte della Fondazione Carnevale di Viareggio.


Personaggi e imitazioni di Giorgio Panariello
- Alessandro Del Piero
- Bruschetta
- Ficus
- Il Pierre del Kitikaka di Orbetello (che ripete spesso la domanda "Si vede il marsupio?")
- Julio Iglesias
- la signora Italia
- Lello Splendor  (che ripete spesso "Si, sì" e "Uh, scusa!!")
- Luiji
- Magic Alberta
- Mario il bagnino (con la sua esclamazione preferita "Mariannagane!")
- Merigo (l'ubriaco)
- Nando (al quale squilla spesso il telefono e dice "Oh Roberta, dimmi!" e chiude con "Roberta, saluta tutti eh?")
- Naomo (parodia di Flavio Briatore, che dal 2009 compare in diversi spot della compagnia telefonica Wind.)
- Pio Bove il macellaio (che al contrario della sua professione dice spesso "quelli che fanno del male agli animali li ammazzerei tutti")
- Raperino
- Renato Zero
- Simone (lo scolaro ricordato per la frase "E So Simoneee!")
- Sirvano

 

Curiosità
Nel 2009 diversi abitanti del comune di Montignoso (cittadina dove ricordiamo Giorgio Panariello ha vissuto a lungo (e vive tutt'oggi, nei mesi estivi) hanno presentato una richiesta formale al sindaco affinché non conferisse a Panariello la cittadinanza onoraria (per la quale era stato aperto l'iter). La ragione della richiesta era la scelta del comico di collaborare come consulente con il sindaco di Prato Roberto Cenni (esponente di spicco del centrodestra toscano). Panariello si è difeso smentendo di essere un traditore politico affermando che la sua scelta di appoggiare Cenni era stata dettata da un'antica amicizia visto che l'imprenditore e amministratore delegato della Sasch era stato uno dei primi finanziatori dei suoi spettacoli.

tag

location

    Galleria Fotografica

    • Giorgio Panariello Simone
    • Giorgio Panariello 1
    • Giorgio Panariello 3
    • Giorgio Panariello 5
    • Giorgio Panariello 2
    • Giorgio Panariello 4
    • Giorgio Panariello e Renato Zero
    • Giorgio Panariello Maio il Bagnino
    • Giorgio Panariello Naomo Briatore
    • Giorgio Panariello Naomo Briatore spot Wind
    • Giorgio Panariello da Fabio Fazio Che tempo che fa
    • Giorgio Panariello Naomo Briatore spot Wind 2
    • Giorgio Panariello Pierre Titikaka Orbetello

    Torna all'elenco

    Leggi anche
    Rubriche

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it