Arte

Andrea Pisano

Andrea Pisano
Nasce a Pontedera (Pisa) forse nel 1290
Muore a Orvieto nel 1348/1349

Andrea Pisano, il cui nome di origine era Andrea d'Ugolino da Pontedera (venne detto Pisano perchè operò molto a Pisa, sua probabile città di origine) fu (soprattutto) scultore ma anche architetto e, come tanti altri artisti del periodo gotico, fu certamente un abile scalpellino.

Tanti altri artisti ebbero lo stesso appellativo ("Pisano") per lo stesso motivo.

Si formò nella bottega di Giovanni Pisano (con il quale non risulterebbero legami di parentela).
Lavorò, come si è detto, molto a Pisa ma fu chiamato per lavoro pure a Firenze e Orvieto.

Una delle sue prime opere un Crocefisso in argento custodito nel Duomo di Massa Marittima.
A Firenze ebbe modo di conoscere e collaborare con Giotto.
Ad Andrea Pisano viene attribuita in questo periodo la realizzazione del Tabernacolo con San Giovanni e due Angeli nel Battistero di Firenze .
Altra opera importante di Andrea Pisano la Porta in bronzo del Battistero di Firenze con la decorazione di ventotto pannelli che raffigurano in maniera realistica le Storie  di San Giovanni Battista e le Virtù.
Sul basamento del Campanile di Giotto Andrea Pisano scolpì molti rilievi con la raffigurazione di scene ispirate ai lavori fiorentini come l'Arte della Lana, la Pittura, la Scultura, l'Architettura.
Con la collaborazione del figlio Nino Pisano, realizzò a Pisa il Monumento Funebre per l'Arcivescovo Simone Saltarelli nella Chiesa di Santa Caterina.
Altra opera la Madonna col Bambino di grandi dimensioni, situata sulla parte alta della facciata del Duomo di Pisa, affiancata da altre due statue più piccole rappresentanti due angeli e attribuite al senese Tino di Camaino.
Un altro capolavoro in marmo di Andrea Pisano è la Madonna della Rosa custodito nella preziosa Chiesa gotica di Santa Maria della Spina sempre a Pisa (Santa Maria della Spina è la famosa chiesetta ai margini del fiume Arno, così chiamata perchè conservava una spina appartenuta alla corona indossata da Gesù alla sua crocifissione).

Negli ultimi anni della sua vita Andrea Pisano si trasferì ad Orvieto dove venne nominato capomastro.
Morì in questa città forse colpito dalla peste.
Fu poi trasportato a Firenze e seppellito nella Chiesa di Santa Maria del Fiore.


(un grande ringraziamento a Giacomo Di Dio per la paziente ricerca)

tag

location

    Torna all'elenco

    Leggi anche
    Rubriche

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it