Arte

Orcagna

Orcagna
Nasce a Firenze nel 1308
Muore a Firenze il 25 08 1368

Andrea di Cione Arcangelo detto Orcagna (chiamato Orcagna, da Arcangelo, per via di una espressione vernacolare) fu pittore, scultore, architetto, orafo.

Fu uno dei massimi esponenti dell'arte gotica che, per la capacità di applicarsi in diversi campi artistici, precorre gli artisti del secolo successivo del Rinascimento.
Raccolse le eredità  di artisti importanti come Giotto, Andrea Pisano, Arnolfo di Cambio.
Una delle sue prime opere fu la realizzazione pittorica del "Paradiso" e "l'Inferno"  polittico della Cappella Strozzi in Santa Maria Novella a Firenze (per polittico si intende un dipinto su tela o legno, composto da più parti assemblate fra loro in modo da creare sportelli richiudibili).

Molte opere di architettura attribuite all'Orcagna non gli appartengono, ad esempio la Loggia della Signoria a Firenze (detta anche Loggia dei Lanzi perchè si accamparono i lanzichenecchi, soldati mercenari di fanteria, nel 1527).
La realizzazione di quest'opera viene certamente attribuita al fratello Benci di Cione e a Simone Talenti.

L'Orcagna è molto noto per avere scolpito il Tabernacolo di Orsanmichele a Firenze, capolavoro della scultura gotica fiorentina.
Nel refettorio di Santo Spirito a Firenze realizzò una grande Crocifissione.
In Palazzo Vecchio, sempre a Firenze, un'altra opera dell'Orcagna e precisamente la Cacciata del Duca d'Atene.
Lavorò come capomastro anche per i lavori del Duomo di Orvieto.

Ultime sue opere: la Pentecoste custodito nel Museo dell'Accademia a Firenze e il Trittico di San Matteo custodito nel Museo degli Uffizi a Firenze.
Molti altri lavori dell'Orcagna risultano purtroppo perduti.

tag

location

    Torna all'elenco

    Leggi anche
    Rubriche

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it