Arte

Jacopo Sansovino

Jacopo Sansovino
Nasce a Firenze il 02 luglio 1486
Muore a Venezia il 27 novembre 1570

Iacopo Tatti detto Jacopo Sansovino (il soprannome gli venne  attribuito per avere frequentato la bottega del maestro Andrea Contucci detto appunto il Sansovino) è stato uno scultore e architetto del Rinascimento italiano.

Lavorò a Firenze, a Roma a Venezia.
A Roma ebbe modo di conoscere il grande artista Donato Bramante.

Dopo il Sacco di Roma del 1527 (conflitto ad opera delle truppe dei lanzichenecchi assoldati dall'Imperatore Carlo V d'Asburgo) il Sansovino riparò a Venezia, dove fu nominato architetto della Repubblica Veneta.
Con Tiziano (altro artista veneto di grande prestigio) contribuì a dare la propria impronta alla Venezia del Cinquecento.
Il suo stile architettonico-decoratico, pieno di luci e ombre, aprì le porte al periodo successico, cioè all'arte Barocca.

Citiamo alcune opere di architettura di Jacopo Sansovino:
- Palazzo Correr a Venezia
- Libreria in Piazza San Marco  a Venezia (capolavoro del rinascimento veneziano)
- Loggetta del Campanile di San Marco.
Citiamo alcune opere di scultura:
- Rilevi e statue della Loggetta del Campanile a Venezia
- Bacco al Museo del Bargello di Firenze(con quest' opera Sansovino entrò in competizione con il Bacco di Michelangelo)
Monumento funebre di Giovanni Michiel nella chiesa di San Marcello al Corso a Roma
- Statua della Madonna del Parto in Sant'Agostino a Roma


(un grande ringraziamento a Giacomo Di Dio per la paziente ricerca)

tag

location

    Torna all'elenco

    Rubriche

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it