Attualita
Attualita

Il prezzo della benzina sale... ma che strano!

16/07/13

Si avvicinano le ferie estive e il prezzo della benzina sale.
Lo sappiamo, è una cosa che vi risulta strana, vero?

Già nello scorso fine settimana si sono registrati nuovi rincari.
E mentre il ministro dello Sviluppo economico Zanonato (come hanno sempre fatto i suoi predecessori, d'altra parte) richiama i petrolieri per "contenere i rincari e tenere conto della sitauzione paricolare dell'Italia" gli italiani diventano sempre più poveri vedendosi prelevare i soldi dalle tasche in uno dei soliti vecchi modi.

Come al solito i benzinai (difatto vittime pure loro dell'ingranaggio arrugginito) minacciano e si organizzano per lo sciopero.

Quello che non tutti sanno e che spesso dimenticano di dirci i nostri amati policiti è che oltre il 59% della benzina è composto da iva e accise (iva e tasse varie).

Quindi sul costo di un litro di benzina alla pompa di euro 1,742 (costo medio rilevato sabato scorso) attualmente paghiamo 1,030 euro di tasse.
Circa un 10% è il ricavo industriale e circa il 30% è il prezzo del carburante vero e proprio (denominato quotazione Platt's), poi raffinato per diventare benzina o gasolio.
La quotazione Platt's è difatto l'unico fattore realmente influenzato dal mercato internazionale.

 

tag

Torna all'elenco

Rubriche

Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it